Che mondo sarebbe senza la profondità di campo ?

Home

   

Scopo della presente pagina

Valutare l'effetto del diaframma sulle immagini generate dall'85mm usando la 5Dmk3, in particolare la profondità di campo, e le prestazioni generali dell'ottica.

 

 

 

Impostazioni:

Treppiede a circa 1.5m dal set + scatto in RAW tramite telecomando

Canon 5Dmk3 + Canon 85mm f/1.8 + ISO 200

messa a fuco automatica punto centrale + esposizione spot centrale

auto-bianco e poi bianco impostato in LR a 4050 K con 5tinta (per dare uniformità agli scatti) + disattivate tutti trattamenti di LR (tipo recupero noise alti iso, correzione lente, ecc)

esportazione diretta da LR senza elaborazioni successive prima di metterle qui : JPG al 95% con profilo sRGB

 

 

 

Riferimenti Web:        PHOTOZONE          THE_DIGITAL_PICTURE

 
   

 

 

 

Descrizione dell'altarino di riferimento

 

Ecco qui l' altarino che ho preparato x questa lunga serie di foto e di test. Come vedete dall'immagine sotto ci sono vari oggetti che fungono da riferimento verticale e laterale (peppe e post-it) in modo da riprodurre sempre l'immagine con la giusta centratura.

Gli oggetti scelti come soggetti sono stati presi dal mio salotto. Il vaso centrale mi piace, ed è grande e rotondo grosso modo come la testa di una persona, e in questo senso è utile per testare un 85mm da ritratto. Gli oggetti più piccoli sempre in terracotta sono le mie bomboniere, poste a fuoco e fuori fuoco.

L'orologio e il taglia unghie li ho messi per avere dei riflessi e quindi valutare le aberrazioni cromatiche.

Ho prestato attenzione a che tutte le parti fossero esattamente sul piano di messa a fuoco, che il sensore della canon fosse esattamente all'altezza del centro dell'immagine e che si scattasse perfettamente in orizzontale. Non so se sono riuscito sempre in questo mio intento.

Alle spalle dell'osservatore le finestre da cui filtra una bella luce diffusa del giorno più le lampade del salotto per dare un pò di riempimento alle ombre. Cmq non è neanche lontanamente uno studio fotografico. Nonostante i miei sforzi resta solo un salotto in disordine.

 

 

 

Fotogramma intero scattato e ridotto da LR a 1280px sul lato lungo

 

 

 

E' evidente fin da subito che l'85 fa egregiamente il suo mestiere di sfocatore di rango e a diaframmi molto aperti la profondità di campo è minima e la scena posteriore è completamente dissolta in uno splendido rotto.

Ho deciso di riportare qui sotto tutti gli scatti a tutte gli f fino a f11, anche se sono tanti e noiosi (19 immagini), ma per cominciare credo siano necessari. Per venire incontro al mio pubblico ho aggiunto anche una gif animata che, se pur con tutti i limiti della gif, trasforma in una specie di filmato tutti gli scatti e si riesce in rapida successione a vedere l'evoluzione della profondità di campo.

Per il resto, rimando ogni dissertazione sulla nitidezza e aberrazione alla serie di immagini successive tagliate al 100% in diversi punti significativi, ma sicuramente qui si vede da matti l'effetto della vignettatura. Non saprei quantificare, ma quando Photozone dice che a f1.8 la vignettatura vale quasi 2 EV ci si può credere, come si può credere quando il grafico comunica che da f2.8 in poi la cosa rientra nel tollerabile / ragionevole. Purtroppo anche la qualità dell'immagine va come la vignettatura ed ai bordi la nitidezza crolla vistosamente. L'orologio ad esempio sembra immerso nella nebbia sotto f2.8. Vorrei però ricordare al mio ascoltatore silenzioso e poco attento ... sveglia Antonietta ... che essendo un obbiettivo da ritratto specie quando si lavora a f intorno a 2, avere questa periferia scura e confusa è cosa buona perchè esalta la nitidezza del soggetto centrale (Anto, mai mettere il soggetto al centro per davvero, capito ?). Per altri tipi di foto meglio chiudere un pò il diaframma.

14

03

2013

 

 

 

f/22

5s

f/1.8

1/30s

f/2.0

1/25s

f/2.2

1/20s

f/2.5

1/15s

f/2.8

1/13s

f/3.2

1/10s

f/3.5

1/8s

f/4.0

1/6s

f/4.5

1/5s

f/5.0

1/4s

f/5.6

0.3s

f/6.3

0.4s

f/7.1

1/2s

f/8.0

0.6s

f/9.0

0.8s

f/10.0

1s

f/11.0

1.3s

f/22

5s

   

animated

gif

all frames

 

 

 

 

 

Parte del fotogramma al 100% della risoluzione tagliato della zona centrale, quella intorno al punto di messa a fuoco

 

Qui ho sfoltito il numero di foto pubblicate perchè c'è poco da dire. La parte centrale della foto è sempre bella nitida e quasi non risente della variazione del diaframma. Oltretutto il disegno e la finitura del vaso che ho scelto come soggetto principale visto al 100% non aiuta molto a comprendere eventuali mutamenti di nitidezza.

Secondo i numeri di PhotoZone c'è nel caso peggiore uno scarto del 10% di nitidezza nel punto centrale tra il caso più favorevole a f4 e il peggiore a f1.8. Io posso anche crederci ma non lo vedo.

Detto questo però si vede molto che a f1.8 già occhio disegnato è fuori fuoco. A questo diaframma persino una blanda curvatura come quella del vaso porta fuori fuoco le zone intorno al punto centrale. incredibile! si parla veramente di mm.

Molto importante invece è guardare queste immagini per poi apprezzare come si comporta la lente nei bordi, che è il topic della parte successiva.

14

3

2013

 

 

 

f/22

5s

f/1.8

1/30s

f/2.8

1/13s

f/4.0

1/6s

f/5.6

0.3s

f/8.0

0.6s

f/11.0

1.3s

f/22

5s

 

 

 

 

 

Parte del fotogramma al 100% della risoluzione tagliato della zona in basso a sinistra, quella intorno all'orologio

 

Qui ho messo circa metà degli scatti per evitare di confondere troppo le idee. Volendo le potete tirare giù cambiando l'ultima cifra al nome dei file.

Guardare questa zona della foto, mi fa molto paura e mi fa pensare che ho buttato i soldi o che peggio mi hanno mandato un obbiettivo di quelli scarsini parecchio. Quindi dovrò far altri test, però è sicuro che questo angolo è proprio ridotto male.

L'orologio che dovrebbe essere sullo stesso piano di messa a fuoco (perchè ce l'ho messo) non sembra esserlo affatto, sembra tutto avvolto da una cacchio di nebbia scura. Non si distingue nessun particolare come nitido e tutti i corpi hanno uno schifoso alone. Mamma mia ... quasi i gufetti che stanno esattamente 15 cm più dietro sembrano più credibili.

Come già sottolineato e graficato da photozone, la vignettatura prima di f2.8 è veramente vistosa poi diventa accettabile. Anche la nitidezza a f2.8 guadagna qualcosa, ma forse è più l'effetto della resa nelle ombre che fa la differenza (si vede sotto la cassa dell'orologio). La verità è che prima di f5.6 non si può parlare di nitidezza in senso stresso. purtroppo :( In questo il comportamento della mia lente non assomiglia a quanto riportato da PhotoZone, che riporta un comportamento molto buono anche ai bordi. a f1.8 i bordi dovrebbe essere solo il 6% meno nitido del centro e circa il 16% meno nitido del centro a f4 (Caso migliore). A me questi valori sembrano grandemente ottimistici. Mi riprometto di fare un test specifico per l'angolo con dei soggetti più propri.

E poi le aberrazioni cromatiche! I punti di riflesso presentano evidenti aloni viola. Bisogna salire a f8 per vederli quasi scomparire. meno male che c'è LR.

14

3

2013

 

 

 

f/1.8

1/30s

f/2.2

1/20s

f/2.8

1/13s

f/4.0

1/6s

f/5.6

0.3s

f/8.0

0.6s

f/11.0

1.3s

f/22

5s

 

 

 

 

 

Parte del fotogramma al 100% della risoluzione tagliato della zona in alto, nella transizione tra soggetto e sfondo

 

Qui ho messo solo gli f fondamentali E poi una bella gif animata così da non appesantire la pagina.

E' cmq molto importante vedere al 100% come cambiano le cose tra la zona prossima a quella del fuoco e lo sfondo, come il rotto avvolge e distorce le forme ed i colori.

Sappiate che fare una gif animata a questa risoluzione è più complicato del previsto e che cmq photoshop ha sempre mille risorse ...

 

   

f/22

5s

f/1.8

1/30s

f/2.8

1/13s

f/4.0

1/6s

f/8.0

0.6s

   

anim

gif

 

 

 

 

 

 

 

Extra

 

Ecco qui come gli algoritmi di LR rimettono le cose un pò a posto. Quando possibile ovviamente ....

.....

.....

....

....

 

....

 

...

14

3

2013